Search
  • paolo cogliati

RICICLO, falsa prospettiva

Updated: Apr 17

il caso dei pannelli di particelle, materiale principale nell'industria del mobile.




Se ecologia significa innanzitutto ELIMINARE GLI SPRECHI è necessario pensare a un prodotto che duri nel tempo, che sia fabbricato bene, che non sia rapidamente deperibile e non contribuisca quindi a generare rifiuti o inquinamento. Come collocare questo concetto nel quadro della logica del mercato contemporaneo e in particolare in che modo coniugare questo principio con la risorsa legno ? Il mercato dell'arredamento impiega in Europa il 20% del totale di legno prodotto. Di questo la gran maggior parte viene utilizzato sotto forma di pannelli di particelle. Siamo ormai abituati ad associare il concetto di ecologia al termine riciclo. Riciclare è ormai sinonimo di consapevolezza ambientale. Viene dato per scontato che ciò che si ricicla sia sostenibile. Nel comparto legno e più in particolare nel mercato dell'arredamento il concetto di riciclo si associa alla produzione di pannelli in truciolare, che spesso vengono commercialmente definiti "pannelli ecologici". Il truciolare è un materiale composto da trucioli e polvere di legno associati a colle. Il processo industriale per la produzione del truciolare prevede la frantumazione del legno, la separazione dello stesso secondo diversi gradi di dimensione delle particelle, la miscela con i collanti, la produzione di lastre di grande formato e la successiva sezionatura delle stesse in formati commerciali. Questa materia prima verrà successivamente rivestita con altri materiali che generalmente sono carta e resine melaminiche, i pannelli vengono infine bordati, cioé rivestiti anche sulla costa con analoga finitura. Questo è il semilavorato che viene poi utilizzato per la produzione dei mobili. Fino a qualche anno fa il truciolare veniva prodotto utilizzando come materia prima il legno di pioppo da piantagione, recentemente si è capito che in alternativa è possibile utilizzare legno di recupero, vecchi mobili, pallet, scarti dell'industria del mobile, altri rottami a base di legno. Da qui il termine riciclo. Il processo per il riciclo del legno comprende la raccolta, il trasporto e la separazione del legno dagli altri componenti presenti nei rottami. Altre voci di costo riguardano i collanti e una percentuale di legno "nuovo" che necessariamente viene aggiunto al materiale riciclato. Infine i costi dell'impianto e della mano d'opera. Nonostante la complessità del processo il prodotto finito è economico e questo è certamente l'argomento che ha fatto di questo materiale il materiale principale nell'industria del mobile. Ma entriamo nel merito degli altri aspetti. Il riciclo. A - Il riciclo del legno di scarto comporta un costo energetico elevato per la trasformazione del prodotto, gli stabilimenti e i trasporti legati alla produzione dei pannelli hanno un costo ambientale importante. B - Si può riciclare il legno ma il truciolare può essere a sua volta riciclato ? A questo quesito - che è fondamentale - troverete risposte ambigue e parziali, la realtà dimostra che il truciolare non può essere riciclato all'infinito, i pannelli usati contengono colla e i trucioli se vengono ulteriormente triturati perdono le capacità meccaniche funzionali all'uso di questo materiale rendendolo scarsamente utilizzabile. Questo alla lunga renderà il truciolare un materiale non solo poco sostenibile ma anche difficile da smaltire. C - Ma esiste anche un problema di ordine culturale che è importante non sottovalutare. Il truciolare (che passa per essere legno) non è legno, del legno conserva solo il residuo macinato, è privato delle proprietà fisiche e meccaniche del legno. Non ha l'aspetto del legno, è privato del fascino e del contenuto emozionale che ognuno di noi cerca in questo materiale. Il truciolare viene quindi contraffatto, si cerca di farlo sembrare legno rivestendolo di carta e resina che ha l'aspetto del legno. Alla fine del processo di produzione quello che noi acquistiamo è un prodotto sintetico, contraffatto nell'aspetto e nella sostanza, non ha più nulla a che fare con il legno, ancor meno possiamo dire che sia organico o naturale. Il processo di produzione massificata di questo materiale da luogo a una mistificazione nell'uso del termine "legno" nell'accezione comune. D - Ma veniamo al punto cruciale. Il truciolare è un materiale mediocre, fomentarne l'uso significa dare luogo a prodotti facilmente deperibili che genereranno rifiuti e che avranno un ciclo di vita breve. Questo rende - a nostro parere - questo materiale non solo assolutamente non ecologico ma anche pericoloso. Avvalla la logica del consumo che fonda il suo punto di forza sulla rapida deperibilità del prodotto che genera automaticamente nuova domanda, nuovi rifiuti e nuovo consumo. In conclusione. Crediamo che il legno come tale sia una risorsa preziosa. E' importante proteggerla e monitorarne severamente l'uso e il consumo, salvaguardare le foreste e aumentare il livello di consapevolezza ambientale in ognuno di noi che fruiamo di questa splendida risorsa naturale. Salvaguardare l'ambiente non vuol dire rinunciare al legno ma usarlo con consapevolezza. I boschi sono una risorsa è demagogico sostenere che non bisogna tagliare alberi per avere consapevolezza ecologica. E' necessario tagliare alberi ma è una necessità che va gestita con responsabilità, con una legislazione chiara, da organizzazioni autorevoli e soprattutto indipendenti. Riciclare presuppone avere grandi quantità di rifiuti da gestire, questo in sé è un presupposto sbagliato. Inoltre nel caso del legno il cosiddetto processo di riciclo da luogo a un materiale diverso da quello originale quindi dovrebbe essere definito processo di trasformazione e non di riciclo. Diverso nel caso della plastica dove il riciclo di plastica usata da effettivamente luogo a nuova plastica. Il truciolare non è legno, è un'altra cosa. E' importante quindi generare prodotti durevoli, realizzati con materiali di qualità, materiali che conservino la loro originaria dignità, le proprie caratteristiche fisiche e meccaniche. Materiali che originino oggetti che possano accompagnarci nel corso degli anni, oggetti ai quali affezionarci, dei quali prenderci cura. Non siamo consumatori come cercano di farci credere, siamo sostanza, parte dell'ambiente naturale e antropico che popoliamo. Riferimenti bibliografici: mercato del legno in Europa, dati: ec.europa.eu/eurosatt/statistics-explained/pdfscache/52477.pdf riciclo e pannelli di particelle: https://www2.le.ac.uk/offices/press/press-releases/2013/october/new-recyclable-mdf-could-help-solve-uk-waste-problem riciclo: https://www.riusa.eu/it/notizie/2017-pannelli-truciolare.html legno e design, truciolare e altri materiali a base legno: http://www.woodguide.org/guide/particle-board/ truciolare, produzione: https://eco-dumpster.com/recycled-particle-board-furniture-vs-wood-shocking-truth/ riciclo e criminalità: https://it.businessinsider.com/il-racket-dei-pallet-riciclaggio-evasione-ficale-reati-ambientali-lenorme-giro-daffari-criminale-dietro-ai-bancali-di-legno/?refresh_ce


#bloggingtips #WixBlog

26 views

© 2020 by Paolo Cogliati.

Facebook                     Linkedin