Search
  • paolo cogliati

LA QUESTIONE DELLE COLLE nei pannelli a base legno in tema di sostenibilità.


Tutti i pannelli a base legno, siano essi realizzati dall'impasto di polveri o trucioli (mdf, truciolare e osb) sia i pannelli a strati sovrapposti di legno (compensati, multistrati) sia i pannelli formati da listelli di legno accostati e incollati (listellari) contengono colla. Esistono diversi gradi di tossicità dei collanti relativi al rilascio in atmosfera di sostanze nocive o addirittura cancerogene (generalmente formaldeide). In Europa per l'impiego di pannelli a base legno in ambienti domestici si applicano i parametri della normativa UNI EN 13986 che stabilisce che le emissioni di formaldeide non devono superare il parametro di 0,1 ppm (particelle per milione), questo è il limite raccomandato dall'OMS (organizzazione mondiale della sanità) per ambienti di vita e soggiorno. I prodotti che rispettano questo parametro vengono classificati E1. Nel 2018 negli USA entra in vigore la normativa CARB (California air resources board) che fissa nuovi parametri, più restrittivi rispetto alla norma UNI europea. La produzione di pannelli a base legno per il mercato USA devono rispettare questa norma. In risposta a questo requisito i maggiori produttori di pannelli si adeguano a questo standard più restrittivo e quindi - di fatto - questo viene attualmente assunto come parametro di riferimento. Tale parametro prevede i seguenti criteri: 0,05 ppm per i pannelli multistrato e compensati 0,09 ppm per i pannelli truciolari 0,11 ppm per i pannelli mdf 0,13 ppm per i pannelli di mdf sottili (fino a 8 mm) si noti che se paragoniamo i parametri CARB a quelli UNI Europa si rileva che la norma è molto più restrittiva per i pannelli multistrato, è sostanzialmente uguale per i pannelli truciolare ed è meno restrittiva per i pannelli mdf (polvere di legno e colla). Tale scelta da un lato evidentemente favorisce il mercato dei pannelli di particelle (truciolare e mdf) ma allo stesso tempo attesta che i prodotti a base multistrato conterranno un quantitativo di formaldeide molto inferiore rispetto a quelli a base particelle (circa la metà). Una seconda osservazione riguarda non il tasso di emissione ma il valore assoluto. I parametri delle norme esprimono un valore percentuale ma appare evidente che una concentrazione alta di materiale nello stesso ambiente comporterà un rilascio maggiore di formaldeide. Ovvero il rilascio di sostanze nocive non può essere espresso solo in termini percentuali ma anche in termini assoluti. A questo scopo è interessante osservare che un prodotto ben progettato in multistrato impiega un quantitativo di materiale corrispondente a circa la metà di un prodotto in truciolare o mdf. Questo si deve alle caratteristiche meccaniche del materiale stesso. I pannelli di particelle sono materiali mediocri dal punto di vista meccanico e il deficit di prestazione viene compensato attribuendo ai componenti del mobile un maggiore spessore. Il multistrato è molto più resistente ed elastico e quindi - a parità di prestazione - può essere molto più sottile, la massa è inferiore e di conseguenza anche il rilascio di formaldeide in termini assoluti. Da ciò si evince che un prodotto ben progettato in multistrato ha un'emissione di formaldeide molto inferiore ad un analogo prodotto in truciolare. E' necessario concludere il ragionamento ricordando che un prodotto in legno massiccio è privo di emissioni di formaldeide, certo, ma è necessario rilevare che il consumo di materiale necessario per la sua realizzazione sarebbe molto maggiore. Questa considerazione ci porta a sostenere che il parametro "emissione di formaldeide" è solo uno degli aspetti che concorrono alla definizione di un prodotto sostenibile. Tale parametro in se non è sufficiente a definire la qualità del prodotto. Una buona progettazione deve tener conto della complessità del problema e deve essere in grado di coniugare al meglio tutti i parametri nella ricerca di una condizione di equilibrio tra risorse, bisogni e salute. Riferimenti bibliografici: normativa europea: https://www.federlegnoarredo.it/it/servizi/normativa/normative-per-categoria-di-prodotto/pannelli-e-semilavorati/pannelli-a-base-di-legno-e-emissioni/classi-di-emissione-di-formaldeide-in-europa normativa Usa: https://legno.fordaq.com/news/Carb_pannelli_59811.html

3 views

© 2020 by Paolo Cogliati.

Facebook                     Linkedin